Video: la Carta di Fonte Avellana 25 anni dopo

Video&Radio review

Convegno online sulla piattaforma Zoom Italy Water Forum di martedì 18 maggio 2021.

La Carta di Fonte Avellana 25 anni dopo nella stagione dei cambiamenti… non solo climatici!

[Locandina – PDF]

[Carta di Fonte Avellana – PDF]

Di seguito il messaggio di DOM Salvatore Frigerio (Monaco benedettino responsabile del Collegium Scriptoruim di Fonte Avellana):

Caro Endro Martini,

siamo in attesa dei Visitatori che svolgeranno la Visita Canonica alla nostra Comunità di Fonte Avellana, durante i prossimi giorni 18 e 19. Questa sera sarà deciso con loro il calendario degli incontri che ci impegneranno tutti per preparare il Capitolo Generale della Congregazione. Questo Capitolo si riunisce ogni sei anni, non solo per esaminare la vita della Congregazione ma anzitutto per eleggere il Priore Generale della Stessa. Per questo saranno presenti i Priori e i Delegati di tutte le Comunità Camaldolesi Italiane ed Estere. Comprendi perciò quanto importino queste Visite Canoniche che lo preparano.
Sono altrettanto interessato dalla ricorrenza della firma della Carta di Fonte Avellana (18 maggio 1996) il cui testo ha posto una cultura di ascolto ai tempi e ai luoghi, per una politica atta a d ascoltare prima di provvedere, per poter provvedere avendo ascoltato la pluralità dei territori e delle loro esigenze e opportunità. La Carta oggi, consapevole della dinamica del tempo che viviamo non da spettatori ma da operatori attenti, ci chiede non di essere commemorata, ma di essere riproposta, proprio in considerazione di quanto, venticinque anni or sono, ha richiamato gli amministratori su problemi che, trascurati, danni i dolorosi risultati che piangiamo , quali, ad esempio, le condizioni del sistema idrogeologico. Curare la montagna per provvedere alla pianura era la preoccupazione dei Monaci Camaldolesi gestori delle foreste appenniniche. Le Soppressioni Sabaude hanno tolto loro la gestione delle foreste, ma non la passione per l’Ambiente e i suoi Abitatori. Può oggi apparire profetico l’articolo 4 della Carta che cito testualmente: “incentivare una generalizzata politica di tutela dell’ambiente, promuovendo, specie nei territori destinati ad aree protette, diffuse iniziative di sviluppo sostenibile. Plaudo perciò a questa iniziativa del Socio del Collegium “Scriptorium Fontis Avellanae”, e mi scuso per la mia assenza motivata da quanto sopra. A tutti i Presenti va il mio augurio per un incontro che promuova “sviluppo sostenibile” più che commemorare una data seppur importante.
Dom Salvatore Frigerio